Ciaak…un caffè!

Ciaak…un caffè!

Se dovete far comunicare due personaggi, date loro un’azione da compiere, questo renderà la scena più dinamica.”

E’ questa una delle prime regole nell’arte cinematografica per una buona sceneggiatura.

Tra le azioni maggiormente scelte dai cineasti c’è come nella realtà il rituale di bere e degustare una tazzina di caffè. Particolarmente nel nostro Bel Paese, il caffè è un rito di convivio, precursore di riflessione e momento di relax per eccellenza e il cinema italiano non poteva che riflettere questo amore incondizionato.

Ma l’accoppiata cinema e caffè è protagonista anche nelle pellicole hollywoodiane ed estere, ma con uno stile meno artistico.

Veniamo al sodo. Ecco alcune scene che vedono come protagonista il caffè.

Colazione da Tiffany,1961

Partiamo proprio da una scena tutta americana, una New York quasi deserta e un’iconica Audrey Hepburn che scende da un taxi e si ferma ad ammirare la famosa vetrina di Tiffany.

E cosa tiene in mano? Un caffè bollente e una brioche, la colazione ideale !

C’era una volta in America ,1984

Come dimenticare la scena in cui Robert De Niro mescola la sua tazza di caffè per un lungo minuto?

La banda degli onesti ,1956

Un film di Camillo Mastrocinque , con protagonista il mitico Toto’, per il quale un caffè ordinato diventa un espediente per spiegare il sistema capitalista.

Cafè Express,1980

Rimaniamo in Italia, precisamente sulla tratta ferroviaria Vallo della Lucania-Napoli, Michele un invalido napoletano di mezza età si improvvisa venditore abusivo di caffè.

Qui il caffè diventa pretesto per narrare le storie di uomini, ognuno a modo suo rappresenta la realtà degli italiani  negli anni ottanta.

Facciamo un salto temporale e arriviamo al 2006 con il celebre film  Il diavolo veste Prada.

Nella pellicola il caffè to go, ossia il famoso caffè versato all’interno di bicchieri di carta pratici da bere in strada, ne fanno da protagonisti, Anna Hathaway attraversa New York con delle tazze di caffè in mano da portare al su terribile capo.

Se anche voi vorreste vivere un’esperienza americana, ma nella bella Roma, seguite la nostra apetta Gima e provate il nostro caffè take away, magari accompagnato da una brioche calda.