VIP COFFELOVERS

VIP COFFELOVERS

Non sono solo i comuni mortali a essere amanti, se non dipendenti, da caffè.

Questa bevanda è qualcosa che accende i cuori anche di parecchi vip  di tutte le età, genere e epoche.

 Dai musicisti agli attori, dalle scrittrici ai filosofi, le celebrità che hanno un debole per il caffè sono parecchie.

Abbiamo così deciso di elencarvi le celebrità di ieri e di oggi che hanno un vero e proprio amore per il caffè.

Beethoven,  ne ha fatto del caffè una vera e propria ossessione , soprattutto per il primo caffè della giornata. Volete sapere perché?

 Ogni mattina, non poteva fare a meno del suo caffè preparato con esattamente 60 grani. Non uno di più, non uno di meno.

Voltaire

Il famoso filosofo è stato uno dei più grandi e avidi bevitori di caffè.

Si narra che ne bevesse una quantità spropositata, tra le 50 e 60 tazze al giorno.

E aldilà di ogni aspettativa del suo medico morì in tarda età, precisamente dopo festeggiato il suo 84esimo compleanno.

Un’altra celebrità, questa volta una donna ad aver affermato di amare il caffè è Agatha Christie, una delle scrittrici più influenti del XX secolo, nota a tutti per i suoi romanzi gialli, chissà se tra un romanzo e l’altro ad ispirarla non ci sia stato anche qualche tazza di  caffè fumante, una cosa è certa, Agatha Christie non amava il caffè inglese come afferma  lei stessa, “Il caffè, in Inghilterra, ha sempre il sapore di un esperimento chimico”.

Hugh Jackman. 

Il famoso attore australiano, che ha fatto impazzire i fan soprattutto per il suo ruolo Wolverine nella saga cinematografica degli X-Men.

Ama così tanto il caffè d’averla fatta diventare una missione, l’attore ha creato la Laughing Man Coffee Foundation, una fondazione che si occupa di sostenere lo sviluppo delle comunità di coltivatori di caffè in tutto il mondo. 

Anche Leonardo DiCaprio ha creato una nuova linea di caffè chiamata Lyon, e tutto il ricavato è devoluto in beneficienza.

Nella classifica degli amanti del caffè non potevano di certo mancare le nostre celebrità italiane, inoltre il caffè nel cinema italiano ha acquisito un ruolo da protagonista.

La ragione è presto detta: l’espresso, scandendo la quotidianità degli italiani, ne racconta la normale routine anche sul grande e piccolo schermo, diventando spesso il punto focale di una scena.

Il buon Totò, aveva una sua teoria per risparmiare qualche spicciolo, prendere tre caffè alla volta in modo da non dover dare 2 mance. Come non ricordare Eduardo De Filippo che in Questi Fantasmi riporta il suo amore per il caffè anche sul grande schermo, nota la scena in cui ci racconta i piccoli segreti del perfetto caffè napoletano e il piacere che lui stesso trae dal prepararlo.